12 febbraio 2009

Ecco come mi hanno truffato, by Toch

Memorie sull’accaduto scritte verso la fine del 2007:

Verso metà del mese di gennaio 2007 stavo cercando dei ricambi per una delle mie macchie da corsa e come mio solito aprii una discussione su un forum internet molto conosciuto (www.elaborare.info). Venni contattato da un utente (Manlio De Gianbattista alias CUCAIOBAG alias tuninglandia etc etc…) che disse di avere il materiale che io stavo cercando e quindi da li a poco avvenne un contatto telefonico per contrattare questo materiale e discutere sulla spedizione.

Il venditore (un ragazzo) mi disse di avere in “casa” questi pezzi in quanto rimossi da una sua auto demolita in precedenza e che quindi erano pronti per essere spediti. Se volevo avere il materiale in fretta dovevo inviare un pagamento tramite vaglia per fare si che il corriere facesse partire la spedizione entro le 12,00 del giorno seguente.

Il giorno seguente, lunedì 29/01/2007 mi affrettai ad inviare tramite vaglia online (di cui dispongo della ricevuta originale) il pagamento di 650,00€ (+spese) e comunicai al ragazzo i dati segreti per poter ricevere il denaro. Il ragazzo a quel punto mi disse che il materiale sarebbe partito la mattina seguente ma da quel giorno è iniziata una storia infinita…

Ho atteso prima una settimana senza vedere arrivare nulla, poi ho cercato di contattarlo tramite i contatti da lui comunicati ma non si faceva mai trovare, mi inviava saltuariamente degli sms indicando un ritardo a lui sconosciuto del corriere e che non sapeva cosa dirmi a riguardo. Per settimane non si fece sentire e non rispose alle mie chiamate finche io, sfinito, non ho iniziato a raccontare la mia storia sui forum dove lui “bazzicava” e minacciandolo di una denuncia. Ho scoperto poi che altre persone avevano degli “affari” in sospeso con lui, chi di 300€ chi di 70€ ma comunque con storie simili alla mia. (in allegato la lista delle altre persone truffate aggiornata al 18/04/2007).

Lui successivamente dichiarò che in realtà questi pezzi non li possedeva. Con i miei soldi si era presso una autodemolizione e contrattando con il proprietario avrebbe recuperato ed acquistato il materiale da me chiesto affidandone la consegna al corriere affiliato alla autodemolizione (mi fornì una fotocopia di una presunta ricevuta di acquisto del materiale in cui si accennava anche il nominativo dello spedizioniere incaricato della consegna).
Questo spedizioniere sarebbe sparito dalla circolazione senza consegnare il materiale….

Quindi “sarebbe” colpa dello spedizioniere che sparito senza motivazioni avrebbe omesso di consegnarmi il materiale e che a suo dire sarebbe ancora da qualche parte in un magazzino…

Nel frattempo la vicenda si protrasse con un tira e molla di tentativi di recupero dei soldi rubati…

Avevo quasi perso la speranza di recuperare i miei soldi, avevo segnalato il caso ai Carabinieri ma purtroppo non ottenni nulla quando d’un tratto verso la fine di gennaio 2009 ricomparve il ragazzo dicendo di volermi rimborsare! Io, stufo di tutto l’accaduto, lo avvisai che se la faccenda non venisse chiusa a breve termine avrei presentato la mia denuncia alla POLIZIA POSTALE.

Oggi, 12/02/2009 Manlio è di nuovo sparito e io sono qui a scrivere la storiella per informare quanta più gente possibile! Nei prossimi giorni (probabilmente già domani mattina) mi recherò alla Polizia Postale con tutti i documenti in mio possesso a sporgere regolare denuncia…

Sarò anche stato truffato però oltre al danno anche la beffa di riprendermi in giro una seconda volta mi ha fatto venire una gran voglia di investire qualche soldo in avvocato e fargli pagare il giusto per quello che mi ha fatto!

Toch

2 commenti:

Giovanni Bertozzi ha detto...

Guardate qua che ho scoperto curiosando in Internet:

http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2005/02/04/pacchi-via-internet.html

Giovanni Bertozzi ha detto...

Manlio De Giambattista
nato a Trani il 30 dicembre 1979